Dal 15 Al 22 Luglio A Firenze I Trisome Games. Erreà Sponsor Della Fisdir E Della Nazionale Inglese

Dal 15 al 22 luglio a Firenze andranno in scena i ‘Trisome Games‘, la prima edizione delle Olimpiadi per gli atleti con sindrome di down

Un evento unico nel suo genere promosso in collaborazione con Regione Toscana e Comune di Firenze e assegnato all’Italia e nello specifico a Firenze dalla Su-Ds – Sport Union for athletes with Down Syndrome – l’organismo internazionale che sovraintende lo sport per atleti con sindrome di Down.

Manca quindi pochissimo a un evento che vedrà sugli impianti di Campo di Marte e dintorni circa 900 atleti in rappresentanza di 34 nazioni dei 5 continenti, che si affronteranno in 9 discipline.

Erreà sarà rappresentata oltre che dalla Nazionale inglese, dalla FISDIR, la Federazione Italiana, di cui è sponsor e da una delle sue atlete di punta Nicole Orlando, la campionessa che ha vinto 5 medaglie ai mondiali di atletica Iaads in Sudafrica e che sarà testimonial della manifestazione.

Marco Borzacchini, il Presidente nazionale della FISDIR, ha portato alla luce come l'Italia sia avanti nell'ambito dello sport dei disabili intellettivi e relazionali, e di come spesso si resti esterrefatti di fronte alle prestazioni e ai risultati degli atleti con sindrome di Down. L'Italia infatti è prima nel ranking mondiale in più di una disciplina e sta facendo, con altri paesi, da traino per un salto culturale verso l'affermazione e il riconoscimento di questi atleti e delle loro competizioni, con l'occhio sempre attento all'aspetto sociale.

Mi sto allenando - ha confermato Nicole - con grande intensità per raggiungere un ottimo stato di forma, che mi dovrà permettere di affrontare con l’obiettivo di vincere i tre appuntamenti della stagione: i campionati italiani indoor ad Ancona a marzo, quelli assoluti nelle Marche a giugno e un mese dopo l’Olimpiade fiorentina»

Nella kermesse Nicole sarà impegnata nel lungo e nel triathlon dove detiene i due record del mondo, nei 100 metri, dove conserva quello europeo, nei 200 e nella staffetta 4x100, le gare che, agli ultimi Mondiali in Sudafrica, l’hanno vista conquistare quattro ori e un argento.